lunedì 20 giugno 2011

Festival Sorano 2011 nella Maremma Toscana

Dal 10 al 18 agosto 2011 Mostra Mercato a Sorano, Maremma Toscana 
 Arte,  Artigianato,  Antichi Mestieri,  Laboratori, Musica ,Giocolieri                              in un paese da favola........                  


 Rassegna stampa della Mostra mercato a Sorano nell'agosto 2010

         
http://www.facebook.com/event.php?eid=117892481632263#%21/event.php?eid=117892481632263
Marcello Baraghini pensieri:
                                  La bella e la Bestia
La bella di cui parlo non è quella della favole.
E' la trentunesima mostra mercato di Ferragosto a Sorano. Quella di quest'anno, dal  10 al 18 agosto, per le vie del centro storico, ho idea che sarà la più bella, come ogni anno, più bella è stata di quella precedente.
Ancor più sorprendente, festosa, colorata, partecipata, coinvolgente e visionaria.
Grazie al popolo dei miei attori principali, tutti in strada :
bambini , artigiani, artisti, artigiani di antichi mestieri, artigiani riciclatori, coltivatori e  trasformatori del biologico,animatori, musicisti, burattinai, fantasisti.

 E la grande tenda mongola, tutta costruita qui, per ospitare i laboratori gratuiti, come ponte col resto del mondo.
A dimostrazione, per la intelligenza e la lungimiranza degli amministratori, che è possibile far convivere  qualità straordinaria con popolarità, grazie alle migliaia e migliaia di visitatori rapiti, solidali, affezionati .

A fronte della bestia, c'è la bestia, anch'essa non quella della fiaba.
E' obesa, bulimica e con un cervello da formica. Abbaia, ringhia, ma quando si tratta di mordere, di far valere ragioni (che non ha e non ha mai avuto) si ritira dichiarandosi paga, oppure scappa come una lepre da corsa, magari andando a chiedere scusa in privato, piagnucolante, per i latrati.

La bestia vive a Sorano e latra, latra, contro la mostra mercato. La stessa bestia vive fra le pieghe del paese ufficiale, che a fronte  del nuovo, dell' intelligenza, del sensibile, e sopratutto del bello, esprime il peggio, accecata dall'odio e animata dalla disperazione.