giovedì 24 novembre 2011

A Pitigliano nel 1914 si giocava a Razzi in Corda

Ho sulla scrivania il libro Franco Paioletti
"Pitigliano dal Risorgimento al primo Novecento"  Edizioni Effigi,
sfogliandolo ho trovato una notizia di una festa celebrata a Pitigliano fino al 1914  e  ormai in disuso . 


Gi scolari avevano un giorno tutto per loro che coincideva con la ricorrenza di S.Nicola da Bari,
..  il 6dicembre.
San Nicola da Bari è infatti il patrono dei bambini e dei marinai e nella Maremma Toscana si festeggiava questa data come "La festa degli scolari" 


I ragazzi  liberi dagli impegni scolastici  preparavano tutti  insieme  lo spettacolo dei  " Razzi in Corda" 
(mulinelli pirotecnici).
I famosi Razzi venivano lanciati lungo una corda tirata dalla terrazza del Palazzo Ponti angolo di quella chiamata Via Indipendenza e oggi Via Roma e il balconicino più lontano della casa delle Fabbrerie che era all'inizio della discesa che porta a Capisotto.Una corda che attraversava tutto il vecchio borgo del paese.

Lo spettacolo dei ragazzi di Pitigliano che lanciavano i  razzi  e sparavano alle castagnole
coinvolgeva la gente del paese, era  la festa di  tutti.

Dice il testo :
" Questa festa andò decadendo perchè sostituita con altre anche più grossolane e forse perchè nessuno pensò mai di accompagnarla con le scorpacciate di tortelli inaffiati dalle sbornie che godevano di una celebrazione propria".