martedì 24 aprile 2012

Un orto e un bambino si preser per mano

Mia figlia  ha 11 anni  e vuole avere un orto tutto per sè; 
un piccolo orto  dove  far crescere la lattuga, le fragole e Basta. 
Mi ha detto: 
"Posso farlo da sola l'orto . Uso vasi o altri recipienti  per far crescere le piantine.
Tu  (io) continua  a scrivere le storie della maremma io invece  me la mangio!" 
Mia figlia, aka Mafalda, usa una logica personale e mi spiazza sistematicamente.  
Che devo fare, secondo voi ? 
Dopo aver parlato tanto arriva il giorno che i figli ti chiedono di  mettere in pratica quello che racconti.  
E allora non hai scampo, devi salvare la faccia.  
Capisco che devo lasciarmi coinvolgere  e aiutarla anche se l'orto, per me  poteva rimanere solo una "bella idea". 
Sono stata messa all' angolo e mi attivo, cerco con lei il posto assolato del giardino,  insieme troviamo nel magazzino dei vecchi ma grandi recipienti. 
Prima di riempirli di terra vegetale posizioniamo i contenitori in un angolo prossimo al tubo dell'acqua .
" Dovrai  innaffiare spesso le piantine d'estate" le dico con il tono di chi  ha già avuto tanti orti nella vita. 
Lei  sorride e non mi risponde. 
Andiamo  in  macchina al Vivaio, torniamo con i semi della sua amata  lattuga e 6  piantine di fragole. 
Quando scende dalla macchina con le braccia cariche, 
le cade dalla giacca un  piccolo libro : 
Lo raccolgo e leggo il titolo : ORTO BIMBO di Josep M.Valles
Lo sfoglio. 
E'  delizioso, ricco di illustrazioni,  spiega con un linguaggio semplice come coltivare è possibile anche per i bambini, anche per quelli che  vivono  in città, è possibile per tutti i bambini e gli adulti  che hanno voglia di imparare a coltivare verdure e mangiarle fresche, appena raccolte.
 " Ecco dove è hai preso  l' idea dell'orto" 
Lei sfila il libro dalle mie mani 
 " L' ho preso a scuola,  dai mammaaa non chiaccherare troppo, sbrighiamoci e  impariamo a fare l'orto, 
il libro lo devo riconsegnare la prossima settimana" .
Mia figlia, aka Mafalda, ha vinto. 
In giardino ora abbiamo fragole, lattuga,  un pero e un albicocco, confesso anche pomodori e zucchine .
Se devo dirla tutta proprio tutta:  mi piace sul serio.