mercoledì 17 marzo 2010

Perchè le donne riescono meglio?

Una recente analisi evidenzia come il 73% della scelta dei prodotti di largo consumo esistente nel mercato Italiano, è delegata alle donne.
Da questi dati , gioco forza,  le donne sono viste come motore dell’economia.
Inoltre, la stessa analisi afferma che le aziende e le imprese a leadership femminile hanno tassi di insolvenza minori e performance di borsa maggiore, rispetto a quelle con leardership maschile.
Queste informazioni sono tratte dell’articolo sul Sole 24 ore relativo alla presentazione, organizzata con Luxottica, dell'edizione italiana di "Rivoluzione Womenomics" di Avivah Wittenberg-Cox e Alison Maitland   edito dal Sole 24 Ore Libri.
Nell’articolo vengono analizzati i vari motivi per i quali le donne, nonostante questo potenziale e questa capacità dimostrata, non riescono ad emergere socialmente.
I motivi elencati, sono l’impegno della famiglia, i ruoli, la retribuzione sempre inferiore a quella degli uomini.
Immagino che in questo processo di inibizione, intervengano anche fattori legati all’autostima del genere, ma voglio porre la domanda al contrario:
Perché le donne, quando si applicano, riescono meglio?
Gli uomini hanno subito una repressione da parte della società occidentale industriale, essendo soggetti produttivi, sono stati asserviti al pensiero dominante, che ha giudicato poco affidabile e fuori dagli schemi  logici l'uso dell' immaginazione e dell'intuizione e tutto il pensiero divergente.
Le donne, meno protagoniste nella società industriale hanno subito poche inibizioni rispetto
all'accettazione del valore di queste facoltà del cervello.
Per questo oggi, risulta più naturale  per le donne confidare nell'intuizione nell'uso della metafora, è più naturale e semplice fermare l’attenzione sull’immagine interna visualizzata,che come un Gestalt,  una volta immagazzinata  può  essere deformata, alterarata, ri-creata nuova .
L’essere umano non si esplicita solo con l'uso dell'emisfero sinistro del cervello, parte dedicato alla raccolta dei dati e dei fatti obiettivi, ma si esterna come una Gestalt complessa che  può lavorare associando gli insiemi , poi scomporli e ricomporli in modalità originali. 
L’intuizione, l’immaginazione, l’uso della metafora, fanno parte di questo meraviglioso processo Creativo che conduce verso il cambiamento.
Per questo tesoro, per fortuna  meglio conservato, credo che le donne possano oggi, essere il motore dell'economia..